Liberalizzazioni green in vista

Il primo segnaleeolico a livello internazionale c’era stato nel settembre del 2012, quando i ventun Paesi membri dell’APEC, l’ Asia-Pacific Economic Cooperation, hanno raggiunto l’accordo per abbassare le tariffe al di sotto del 5% entro il 2015 per oltre 54 categorie di prodotti ambientali. Tra le tecnologie considerate si annoverano i pannelli solari, le turbine eoliche e a gas, che hanno tariffe che si aggirano attorno al 35%.
Lo stesso approccio è stato seguito alla fine di gennaio a Davos, al World Economic Forum, dove i principali Paesi produttori di greentech (Cina, Stati Uniti, Unione Europea e Giappone) hanno deciso di unire le forze per abbassare tariffe e altre barriere commerciali sui prodotti della green economy. Un obiettivo che si è potuto raggiungere grazie alla luna di miele post Bali, dove è stato varato il primo accordo degno di questo nome della storia della WTO. Ma che segna una discontinuità anche rispetto alle politiche degli ultimi anni, dove la Green economy è diventata oggetto di denunce al tribunale per la risoluzione delle controversie della WTO, basti pensare alla questione del presunto dumping cinese sui moduli fotovoltaici esportati negli USA o alla questione della normativa di incentivi della provincia dell’Ontario, in Canada.
Che impatti tutto questo possa avere, non è difficile immaginarlo. Un aumento degli scambi a livello globale porterà ad un aumento della competitività in un comparto nascente, dove molte sono le industrie locali che stanno sviluppando un proprio know-how e una propria nicchia di mercato. Come la liberalizzazione dei beni ambientali possa essere da volano per la creazione di filiere green locali, realmente radicate sul territorio e nelle comunità, questo è ancora da capire.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s