TTIP e fracking

frackUn nuovo rapporto di CEO racconta come gli accordi commerciali Ue-Usa rischino di favorire l’espansione del fenomeno del fracking.
Nel rapporto “No fracking way: how the EU-US trade agreement risks expanding fracking”, il CEO spiega i rischi collegati a questa procedura, che, oltre a favorire una maggiore dipendenza da fonti di energia non rinnovabili, aumenta il rischio di instabilità geologica, di contaminazione dell’acqua e di emissione di gas nocivi nell’aria.
Negli Stati Uniti e in Europa sono state introdotte restrizioni al fracking e molti cittadini si sono attivati per contrastare una pratica estrattiva che presenta pesanti impatti ambientali e sociali.
Gli accordi commerciali Ue-Usa, la Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP), secondo CEO, rischiano però di favorire un’espansione del fracking in Europa poiché attraverso la clausola ‘investor-state dispute settlement’ le aziende avrebbero il diritto di chiedere un risarcimento qualora i propri profitti venissero danneggiati da cambiamenti normativi.
Questa clausola renderebbe più difficile l’introduzione di regolamenti restrittivi sul fracking negli Stati dell’Unione spaventati dalla possibilità di dover pagare un risarcimento alle aziende.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s